You are currently browsing the monthly archive for settembre 2007.

Viavai Settembre 2007

Spesso poi quando gli alberi muoiono nessuno lo segnala al Servizio giardini, le ditte che hanno gli alberi in appalto si guardano bene dal segnalare che gli alberi sono morti e sostituirli ,  così passano due anni e i duecento euro (costo di un ibisco, uno degli alberi più economici, ma ci sono nuovi alberi che costano anche 800 euro l’uno ) spesi per l’albero sono dispersi nel nulla. Per collegarmi a  un esempio pratico:  in Via Cucchiari , dove l’anno scorso si è svolta la Festa degli Ibischi,  c’è ne sono due morti ( altri due erano già stati sostituiti su mia segnalazione) che tra un po’ andranno “off garancy”  e non verranno mai sostituiti. Perché non  pensare  ad un servizio, con un numero verde,  con una squadra di pronto intervento dedicato alla salute degli alberi in città?  C’è la protezione civile, la protezione animali, l’ufficio decoro urbano del gabinetto del Sindaco, perché non ci dovrebbe essere qualcosa di simile per gli alberi che vivono in città  che si trovano  in condizioni critiche? . Altri due esempi: in Via de Dominicis una stupenda alberata di Melia azedarach, (la cui piantumazione è stata effettuata nell’ambito dei progetti del Pup Parcheggi urbani pubblici), che ho visto con crescere lentamente e amorevolmente   è completamente abbandonata a se stessa, con rami lunghi e pendenti e pericolosi per i passanti  . Da quando gli alberi sono stati piantati (ed ora son passati tanti anni) mai nessun intervento. A via Carini, (  Monteverde zona di serie A)   invece . e qui tocchiamo il puro surrealismo,  c’è un’aiuola dove ormai da diverso tempo è rimasto il tubo verde e l’albero ( un Cercis siliquastrum) se lo son portato via (magari qualche ignaro turista pensa che sia un’installazione di qualche artista contemporaneo). Wangari Maathai ha detto  “una cosa è piantare un albero e un’altra cosa far si che sopravviva” . Piantare tanti alberi è una grande occasione  per trasformare la città e migliorare la qualità dell’aria e della vita e questo si sta compiendo in maniera storica e poderosa che cosa si sta facendo invece affinché poi sopravvivano, o ancora meglio  “vivano”. Attendiamo risposte creative e positive dagli addetti ai lavori.

Antimo Palumbo

Annunci

Blog Stats

  • 39,967 hits
Contatti : antimopalumbo@hotmail.com